Un mondo senza pace

"Appunti per gli occhi" ©2009 Fulvio Bortolozzo.

La felicità ci viene concessa solo fugacemente. Nell'euforia il tempo ci sfiora senza lasciar traccia: gli alti livelli di piacere e di conoscenza lo annientano. Per contro dolore e tempo sono inseparabilmente commisti. Questo ha a che fare con l'imperfezione del creato; i culti l'hanno riconosciuta. Alcuni ne danno colpa agli dèi, altri agli uomini, altri ancora al destino. Viviamo in un mondo senza pace.
(Ernst Jünger, Il problema di Aladino)

Fotografia, chi era costei?

"Woman" ©2009 Marta Tiezzi (fonte: Jpeggy Photoblog).

Per la cronaca, quelle di Marta Lanzius non sono fotografie, ma questo ormai lo diciamo solo per la cronaca perché la cosa in sé non importa più nessuno. Nemmeno a Marta, che, forse, nemmeno esiste.
(testo estratto dalla motivazione di Francesco Jodice per aver segnalato il lavoro "Woman" di Marta Tiezzi nell'ambito del progetto Jpeggy)


Non so se sono rimasto l'ultimo dei Mohicani, ma il fatto che quelle di Marta non siano fotografie a me interessa eccome.
So bene che lo spirito del tempo soffia contro quella cosa che fino alla mia generazione è stata chiamata "fotografia". Leggo anch'io i saggi scritti da studiosi, di varia ascendenza culturale, che mi spiegano come tutto sia ormai solo immagine, non importa più con quali mezzi realizzata.
Pur tuttavia, non capisco se per cocciutaggine senile, insufficiente capacità di riflessione speculativa o invece infantile ossessione da "fotografo della domenica", tutte queste argomentazioni non mi convincono per niente.
Al fondo di tutto il mio scetticismo credo ci sia quel preoccupante distacco ormai esistente tra parole e fatti. Tra il dire e il fare non c'è più di mezzo il tradizionale mare, ma il vuoto. Il dire è rimasto solo.
Per converso, curiosamente, si sequestrano 5.000 file fotografici ad una persona che osservava lo svolgersi della vita nel giardino di una villa appartenente al principale esponente della maggioranza.
Questo piccolo fatto di cronaca mi fa ben sperare che qualcosa della più grande "forma d'espressione visiva morente" del nuovo millennio sia invece ben vivo e vegeto.
Forse è il logos che vuole sbarazzarsene. Meglio il 3D, meglio credere che le cose basta dirle perché si avverino, un poco come fanno i maghi della finanza creativa statunitense o gli ayatollah iraniani.
Un cosa è sicura: il fotografo, quel bizzarro animale che si ostina a puntare il suo congegno verso qualcosa o qualcuno è sempre più malvisto. Così come chiunque scriva sulla Rete di quanto vede accadergli attorno. Meglio il 3D, la Second Life. Non si disturba alcun manovratore, si può sognarsi come fatina svolazzante in un mondo psichedelico e la mente può finalmente trovare il riposo tanto agognato. I fatti, la First Life lasciamoli ai pochi, sempre più pochi, che sanno come gestirli: per sè stessi e per tutti gli altri.
Game Over. (or not?)

Overlook Hotel

Villa Gualino, Torino (Italia) ©2009 Fulvio Bortolozzo.

l'Osservatorio Gualino organizza un laboratorio dedicato allo studio e realizzazione di fotografie di luogo, usando come teatro d'azione le parti comuni e le stanze d'albergo di Villa Gualino.

Oltre a proporre la visione commentata di immagini tratte dal film di culto "SHINING" di Stanley Kubrick e fotografie attinenti al tema realizzate da vari autori riconosciuti (Lee Friedlander, Stephen Shore, Alec Soth, ecc.) si terranno due sessioni pratiche di ripresa in Villa, incluso il terrazzo panoramico sommitale, per dare modo agli iscritti di verificare direttamente i concetti illustrati dal docente
.

Una selezione delle migliori fotografie realizzate dagli iscritti verrà esposta in una successiva mostra collettiva a Villa Gualino.



OVERLOOK HOTEL
Sabato 20 giugno 2009

Workshop di Fulvio Bortolozzo

Sede:
Villa Gualino
Viale Settimio Severo 63, Torino

Durata:

8 ore

Programma:

11-13 Lezione in aula (prima parte)
13-15 Pausa pranzo
15-17
Lezione in aula (seconda parte)
17-19 Prima sessione di ripresa
19-21 Pausa cena
21-22 Seconda sessione di ripresa
22-23 Valutazione finale e selezione


Costo:
80,00 Euro

Informazioni:
info@osservatoriogualino.net
348.774.7360 (Fulvio Bortolozzo)